IGTV: Guida su come pubblicare e cosa postare

IGTV: Guida su come pubblicare e cosa postare - Massimiliano Gennari

Instagram ha recentemente lanciato IGTV, una piattaforma specifica per i contenuti video, che aiuterà tutti coloro abituati a creare contenuti video, offrendo loro un nuovo modo di connettersi con i propri fan.
Come dice Kevin Systrom, amministratore delegato di Instagram:

“In questi giorni, le persone guardano meno la TV e più i video digitali. Entro il 2021, il video su mobile rappresenterà il 78% del traffico totale di dati su mobile. Ormai è risaputo che il pubblico più giovane trascorre più tempo con i creatori di contenuti amatoriali e meno tempo con i professionisti”.

Fino ad ora, i contenuti video su Instagram sono stati limitati, come tempo massimo, dai 60 secondi nei feed e 10 secondi al frame delle storie. Per creare qualcosa di più lungo, gli utenti dovevano mettere insieme una serie di brevi clip di storie, o aggiungere più video ad un singolo post, e nessuna delle due opzioni è mai stata così performante.

Il consumo di video senza interruzioni è chiaramente un punto di forza di IGTV. A differenza dei cosiddetti “YouTuber”, gli utenti di IGTV non hanno bisogno di cercare video. Un singolo clic apre l’app ed i video iniziano a scorrere immediatamente.

In un panorama più ampio, IGTV è una piccola novità, ma potrebbe avere un impatto importante sui video digitali. Ecco una panoramica della nuova funzionalità video di Instagram ed alcuni suggerimenti su come sfruttarla al meglio.

LEGGI ANCHE: I social servono agli e-commerce? Certo che si

Nozioni di base su IGTV

Innanzitutto, ecco un elenco delle specifiche iniziali ed i dettagli per i contenuti IGTV:

  • I video sono a schermo intero e verticali;
  • I video possono durare da 15 secondi a 60 minuti (i 60 minuti sono attualmente disponibili solo per gli account verificati, tutti gli altri utenti hanno un limite di 10 minuti);
  • Gli utenti possono guardare i contenuti IGTV dall’app Instagram, oppure possono scaricare l’app IGTV dedicata;
  • I video iniziano ad essere riprodotti automaticamente all’apertura dell’app IGTV;
  • Gli utenti possono apprezzare o commentare video oppure inviare video agli amici tramite DM;
  • I creatori hanno i loro “canali”, come funziona su YouTube (e chiunque può essere un creatore);
  • I video possono essere caricati tramite l’app IGTV o il web;
  • La dimensione del file video non deve superare i 3,6 GB (non vi basta???);
  • Tipo di file: MP4;
  • Proporzioni del video: 9:16;
  • Formato della miniatura video / immagine di copertina: .jpg;
  • Al momento del lancio, non sono disponibili opzioni pubblicitarie, ma Instagram ha annunciato che, a breve, sarà possibile monetizzare (almeno per i profili verificati);

Per poter accedere a IGTV potete scaricare l’app dal vostro Play Store / App Store, a seconda che possediate uno smartphone Android o iOS:

IGTV: dove scaricare l'app

IGTV: dove scaricare l’app

Se invece avete già Instagram (chi è che non ce l’ha?) potrete accedere a IGTV facendo clic sull’icona TV nell’angolo in alto a destra dell’app.

Creare il vostro canale IGTV è molto semplice.

Per prima cosa, fate clic o toccate l’icona delle impostazioni a forma di ruota dentata quando vi troverete nella sezione IGTV (o nell’app). Dal menu, selezionate “Crea canale”.

IGTV: come creare un nuovo canale

IGTV: come creare un nuovo canale

Best practice per la pubblicazione su IGTV

Ci vorrà del tempo per creare la migliore strategia per ogni brand o persona su IGTV, ma qui vi darò alcuni suggerimenti generali per aiutarvi a sfruttare al meglio gli sforzi.

2-5 minuti di video

Anche se siamo abituati a far durare i video solo 15 secondi(così come ci dice ogni guida di Instagram o Facebook), vi consiglio di utilizzare IGTV al massimo e pubblicare contenuti della durata di 2-5 minuti. I video più brevi sono più adatti per le story su Instagram, mentre i video più lunghi di 5 minuti tendono a mettere a dura prova l’attenzione (ricordate che siete nel regno dei social media).

Sottotitoli

L’85% dei video di Facebook viene visualizzato senza audio e nella mia esperienza tale numero è valido per tutte le piattaforme sociali (escluso YouTube). Se i vostri contenuti si basano sul dialogo, allora sarebbe saggio aggiungere dei sottotitoli.

Purtroppo però, a causa dell’interfaccia video verticale, non potrete semplicemente caricare un normale file SRT per i sottotitoli, ma dovrete codificare i sottotitoli nel tuo video.

Sfortunatamente, all’interno di IGTV non è presente alcuna funzione di sottotitoli, quindi se includerete i sottotitoli, saranno lì per sempre. È una scelta creativa, ma le tendenze suggeriscono di inserirli.

Best practice per filmare video verticali

Influencer e brand che vogliono curare l’immagine, in generale, non utilizzeranno i loro smartphone per le riprese. Detto questo, il formato video verticale di IGTV può rappresentare un problema, dal momento che le apparecchiature video professionali non sono state create per questo scopo.

Videocamera

Le videocamere sono progettate per filmare in formato widescreen orizzontale ma, con un po’ di ingegno, potrete “fregare” la piattaforma.

Un modo per farlo è quello di ruotare il video della videocamera di 90 gradi. Il software della fotocamera carica il filmato su schermo panoramico orizzontale, quindi, in fase di post-produzione, l’editor dovrà ruotare il video per lasciarlo definitivamente verticale.

Se non si dispone delle risorse per una videocamera aggiuntiva da filmare verticalmente, è possibile modificare le riprese in post-produzione per adattarle, nonostante vengano tagliati i lati ma concentrandosi esclusivamente sul soggetto.

Smartphone

Non importa quanto sia buona la fotocamera del vostro smartphone, non si avvicinerà mai alla qualità dell’immagine di una videocamera dedicata. Appurato questo, allora sarebbe necessario investire in uno smartphone con una fotocamera di alta qualità. E’ vero, può essere un investimento pesante, ma è uno smartphone – si può fare altro oltre alle foto ed ai video.

Se state cercando di avvicinarvi ancora di più alla qualità della videocamera, potete valutare gli obiettivi esterni. Essi potranno costare anche 100 euro ma, se usati correttamente, valgono bene l’investimento.

LEGGI ANCHE: Immagine copertina Facebook: ecco la guida definitiva per il 2018

Promuovere il canale IGTV

Quando aprite per la prima volta l’app IGTV, vi verrà presentata la scheda “Per te”. Questo è un mix di canali dalle due schede a destra – “Persone che segui” e “Popolari”.

IGTV: ecco come si presenta la schermata dell'app

IGTV: ecco come si presenta la schermata dell’app

 

La scheda “Persona che segui” contiene i video di profili che stai seguendo, mentre la scheda “Popolari” mostra video di tendenza sulla piattaforma.

Poiché “Per te” è la scheda predefinita, bisogna far di tutto per far comparire i vostri contenuti proprio lì. Ho usato IGTV per più di 2 settimane(con un account di test) ed ho capito che i contenuti in primo piano su IGTV arrivano allo stesso modo di Instagram: gli account verificati che segui e gli account che segui regolarmente sono i primi a compilare nella “Per te”, seguiti dai video che sono di tendenza.

I contenuti di tendenza nei nostri feed potevano essere video con visualizzazioni superiori a 50k. Possiamo presumere che, proprio come l’algoritmo regolare di Instagram, IGTV pone l’accento non solo sul numero totale di visualizzazioni, ma anche sulla velocità con cui tali visualizzazioni vengono accumulate.

I vostri follower esistenti hanno maggiori probabilità di vedere i contenuti quando vengono pubblicati per la prima volta, quindi per massimizzare il coinvolgimento entro le prime 24 ore dalla pubblicazione, è importante che i tuoi follower sappiano che hai pubblicato su IGTV.

Provate ad utilizzare le altre funzionalità di Instagram più consolidate per promuovere i vostri video IGTV: stuzzicate il pubblico in una storia di 10 secondi o incuriositeli con un’immagine nel feed.

Approfittatene subito

Instagram TV colma il divario tra YouTube, in cui gli utenti si aspettano video più lunghi ma devono cercarli, e Snapchat / Instagram Stories, in cui gli utenti ricevono contenuti, ma solo brevi video. È una nuova forma di distribuzione di contenuti video ed è ospitato in un’app che 500 milioni di persone controllano quotidianamente.

Adesso, IGTV ha meno di 2 mesi ma, già a partire dal primo mese, ho già visto aumentare il numero di video pubblicati ogni giorno. Se volete essere tra gli “early-adopter” c’è ancora tempo: ma dovrete muovervi velocemente, quindi entrate in IGTV e pensate quali contenuti pubblicare.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

2 commenti

  1. Buonasera,su igtv non riesco a caricare un mio video professionale perchè il sito mi restituisce questo errore: Il video deve essere verticale. Le proporzioni migliori sono 9:16.Alora l’ho ruotato di 90 gradi con moviemaker e niente.poi ho provato,sempre con moviemaker ad esportarlo con le impostazioni di un cellulare,ma niente,solito errore.Ho provato infine con un software online,rotate editor o qualcosa del genere,ma per Igtv restituisce lo stesso stupido messsaggio(un’altra volta mi diceva che il file è danneggiato come codifica ma credo sia proprio difficile questo,avendolo caricato su qualsiasi altro sito,Sapresti consigliarmi? Grazie. Stefano Petrini

    • Buongiorno Stefano,
      ho notato anche io che, se si modifica successivamente il formato del video, spesso IGTV restituisce un errore. Ti da errore anche se lo crei verticale e lo carichi così?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mostra i commenti sul post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.